Locations
EVENT Dec 04
ABSTRACT Nov 11
Abstract days left 0
Viewed 511 times

"Scrivere è tornare a casa". Anna Maria Ortese a vent'anni dalla morte

Warsaw, Poland
Organization: University of Warsaw
Categories: Postcolonial, Graduate Conference, Hispanic & Latino, Genre & Form, Literary Theory, Women's Studies, World Literatures, Adventure & Travel Writing, Children's Literature, Comics & Graphic Novels, Drama, Narratology, Poetry, African & African Diasporas, Asian & Asian Diasporas, Australian Literature, Canadian Literature, Caribbean & Caribbean Diasporas, Indian Subcontinent, Eastern European, Mediterranean, Middle East, Native American, Scandinavian, Pacific Literature
Event Date: 2018-12-04 Abstract Due: 2018-11-11

"Scrivere è tornare a casa"

Anna Maria Ortese a vent'anni dalla morte

Università di Varsavia, 4 dicembre 2018

 

Convegno rivolto a docenti, ricercatori, dottorandi e studenti

Lingue del convegno: italiano, inglese


Keynote speakers:

Andrea Baldi, Rutgers School of Arts and Sciences,
Monica Farnetti, Università degli Studi di Sassari,
Flora Ghezzo, Scuola d'Italia di New York,
Inge Lanslots, Katholieke Universiteit Leuven,
Silvio Perrella, scrittore, giornalista

Comitato scientifico: Andrea Baldi, Monica Farnetti, Flora Ghezzo, Inge Lanslots, Silvio Perrella, Hanna Serkowska , Julia Okolowicz


Per celebrare i vent’anni dalla scomparsa di Anna Maria Ortese (1914-1998) il Dipartimento di Italianistica dell’Università di Varsavia invita gli studiosi interessati all’opera dell’autrice a partecipare a una giornata di studi intitolata “Scrivere è tornare a casa”. Anna Maria Ortese a vent'anni dalla morte.

Filosofa enigmatica, intellettuale riservata, scrittrice sfuggente, Anna Maria Ortese rimane a tutt’oggi una delle più affermate autrici del Novecento italiano ancora da scoprire. Tra romanzi, forme brevi, poesia, reportage, piéces teatrali e contributi giornalistici, Anna Maria Ortese ha offerto al suo pubblico un mondo complesso, al confine tra la fiaba e la più cruda rappresentazione del reale. Un universo di folletti, animali, lucertole parlanti, insieme ai delitti umani "contro la Terra", denunciati dalla scrittrice in vari interventi, pongono questioni attualissime, dando voce ai piccoli, agli innocenti, agli oppressi, mentre il suo concetto di "casa", inteso in termini filosofici ed etici, si ricollega all’idea di esilio.

Visto lo sviluppo di discipline quali Animal Studies, e considerati il sempre vivo interesse per la letteratura femminile e il crescente numero di studi dedicati alla figura e all’opera di Anna Maria Ortese, si propone di fare il punto della situazione indagando le tendenze critiche, l’andamento degli studi nonché la ricezione dell'opera dell’autrice.

Si invitano gli studiosi interessati a presentare proposte di relazioni, anche con approcci interdisciplinari, afferenti alle seguenti tematiche:


Anna Maria Ortese

& la scrittura

autobiografismo e la poetica ortesiana,
scrittura e/o giornalismo nell’opera di Anna Maria Ortese,
Lettore implicito / lettori impliciti di Anna Maria Ortese

& i generi

poesia di Anna Maria Ortese,
epistolario ortesiano,
scritti di viaggio,
testi inediti di Anna Maria Ortese,

& la natura

la questione della Natura,
Animal Studies e il bestiario ortesiano,
il fantastico di Anna Maria Ortese,

& lo spazio

l’immaginario napoletano: Ortese e altri scrittori sulla città,
le città ortesiane,

& il suo tempo

Anna Maria Ortese e i rapporti con gli intellettuali italiani,
filosofia ed etica nell'opera ortesiana,
Anna Maria Ortese e la questione femminile.

 

Si prega di inviare le proposte composte da un abstract (di 150-300 parole) e un CV (di non oltre 100 parole) in formato .pdf a convegnoortese@gmail.com entro l'11 novembre 2018.

 

https://convegnoortese.wordpress.com/

convegnoortese@gmail.com

Julia Okolowicz